[Mac] Mailplane: il client gmail per Mac! [Video]

iOS 10.1.1
Apple rilascia iOS 10.1.1: Changelog e link download!
31 ottobre 2016
Uscite Console Novembre
Ps4 e XboxOne: Uscite Console Novembre 2016
1 novembre 2016
client gmail per mac

Cercate un client gmail per Mac? Siete nel posto giusto! In questo articolo vi farò una recensione di un client gmail niente male che sto provando da poco. Voglio condividere con voi i miei pareri a riguardo. Di recente mi sono imbattuto in diversi problemi con l’appliazione Mail di default per macOS (la stessa per iOS). Mi sono messo quindi alla ricerca di un client specifico per gmail compatibile ovviamente con macOS. Ho trovato così questo software molto funzionale ce mi ha convinto da subito. Stiamo parlando di Mailplane, sviluppato dal team Buzzard AG; vediamo dunque tutte le sue caratteristiche ed il suo funzionamento.

Mailplane: client gmail per Mac

L’applicativo si presenta in maniera molto semplice, la lingua principale è in inglese, insieme ad altre 4, e l’italiano nonè presente. Ma vi assicuro che non c’è bisogno di una laurea in lingue per capirne il funzionamento in quanto utilizza una terminologia ormai alla portata di tutti come inbox, refresh, trash, new.

Struttura

In alto troviamo i tasti funzione per visualizzare la posta ricevuta, fare un refresh, creare una nuova mail ecc… Successivamente troviamo i tab dei vari account (qualora ne abbiate più di uno). Troviamo poi la barra di ricerca (molto utile a mio parere) che ci permette di trovare mail, cartelle, categorie tramite una parola o una frase chiave.

Sulla destra troviamo le informazioni relative al nostro account con tanto di foto profilo, abbiamo la possibilità di aprire le altre applicazioni Google (ovviamente via browser) e di leggere le notifiche relative all’account Google Plus.  Un pò più in basso sempre sulla destra è presente il tasti per le impostazioni della casella, dove potete cambiare il tema, la firma e quant’altro, proprio come da browser. La parte invece dedicata alla visualizzazione delle mail, prende la lingua di sistema, come potete vedere nell’immagine sottostante, dove trovate sulla sinistra tutte le vostre cartelle posta in arrivo, posta inviata, bozze, cestino, e tutte le cartelle e categorie che avete creato nel vostro account. Nella parte centrale vengono visualizzate le e-mail, con possibilità ovviamente di lettura, risposta, inoltro e tutte le classiche opzioni a cui siamo abituati.

client gmail per Mac

Funzionalità

Le funzionalità base di Gmail già le conosciamo. Questo software ci permette di effettare diverse operazioni molto comode nell’uso quotidiano ve ne elenco qualcuna:

  • Integrazione con Inbox, Calendar e Contacts (le altre app di Google); potrete quindi utilizzare moltemplici accounts, utilizzando la barra dei tabs per spostarvi tra di essi;
  • È disponibile un’ icona di notifica nella barra menu del vostro Mac; questa ha la funzione di notificare appunto le nuove e-mail, di crearne al volo una nuova e di attivare la modalità “Non disturbare” che silenzierà le notifiche delle nuove e-mail;
  • Funzionalità di drag and drop per l’inserimento rapido di allegati nelle e-mail;
  • Integrazione con altre applicazioni come Omnifocus, Todoist, Evernote ecc…

Prova e Prezzi

Il software può essere provato per 15 giorni, dopodichè può essere acquistato. Di seguito vi posto il riepilogo dei prezzi.

client gmail per Mac

Informazioni e contatti

Se avete bisogno di ulteriori informazioni non dovete fare altro che commentare sotto questo articolo. Potete inoltre contattare il servizio clienti del team di sviluppo cliccando qui. Il sito del team lo trovate invece qui.

Vi lascio di seguito la breve video recensione del software caricato sul nostro canale YouTube.

Ringrazio il team di sviluppo del software che mi ha gentilmente concesso la licenza per testare il programma e permettermi di farvi una recensione per condividere con voi ciò che abbiamo l’opportunità di testare. Spero che questo client Gmail per Mac vi piaccia.

[Mac] Mailplane: il client gmail per Mac! [Video] ultima modifica: 2016-11-01T09:00:33+00:00 da Marco Rampino