Android 8.0 Oreo ufficiale! Novità e disponibilità

Per presentare Oreo, ultima versione della sua popolarissima piattaforma mobile, Google ha deciso di fare un gioco di tempismo e far coincidere la rivelazione con l’eclissi totale di sole che ieri ha coinvolto gli USA, in particolare Mountain View alle 20:40 ora italiana. Si è recuperata, così, un po’ della magia persa negli ultimi anni durante il rilascio di nuove versioni di Android, da una parte per i rumors, dall’altra per le developer previews che rendono le nuovi funzioni utilizzabili con largo anticipo. Ma vediamo cosa c’è di nuovo, dai ritocchi dell’UI alle ottimizzazioni un po’ più nascoste.

 

Notifiche

Il sistema di notifica è stato ulteriormente raffinato. Infatti, le notifiche possono essere singolarmente rimandate ad un orario preciso, ma anche raggruppate in categorie intelligenti, per rendere più semplici eventuali silenziamenti o trattamenti prioritari, esattamente come si può fare da tempo con la posta in Gmail o Inbox. Oltre che dalla classica tendina, in più, si può accedere alle notifiche delle singole app, segnalate da un “dot” sulle rispettive icone nella schermata home, attraverso una pressione prolungata delle stesse. Infine, le icone raggruppate nella status bar scompaiono progressivamente man mano che le notifiche vengono espanse, attraverso una piacevole animazione.

Auto-fill

La funzione di autocompilazione dei moduli e delle caselle di login, già presente in Chrome da un paio d’anni, è stata estesa a tutto il sistema, le applicazioni e le “instant apps” introdotte con Nougat. Ovviamente il tutto è a discrezione dell’utente e segue i passaggi di sicurezza dei portachiavi dell’account Google.

 

Navigazione

Con Oreo si introduce la funzione “Picture-in-picture”, che consente di navigare per il sistema mentre si svolge un’attività video in forma di finestra libera. Questa funzione è aperta allo sviluppo, ma finora solo delle applicazioni di Google, quali YouTube o Duo, la sfruttano.

Apportate delle migliorie anche alla digitazione: nella sezione copia/incolla, sono ora presenti dei collegamenti a determinate app per determinati tipi di testo, quali numeri da poter chiamare o indirizzi per le mappe.

 

Nella sezione delle impostazioni “sintetizzatore interfaccia utente” (sbloccabile con una pressione prolungata dell’icona ingranaggio nel pannello delle impostazioni rapide) si può, inoltre, riposizionare i tasti di navigazione a destra o a sinistra, per ottimizzare l’utilizzo del dispositivo a una mano, e inserire una quantità molto limitata di pulsanti aggiuntivi.

 

Emoji

Passiamo alle cose importanti: sono state aggiunte 60 nuove emoji e l’intero pacchetto è stato ridisegnato.

 

Performance e autonomia

L’ulteriore ottimizzazione dei processi ha portato ad una maggiore fluidità e a una velocizzazione dell’avvio di sistema (2x su Google Pixel). La funzione di risparmio energetico “Doze” è stata ulteriormente raffinata, specie nell’aggiornamento dei processi in background, e i sistemi di sicurezza contro malware e applicazioni sospette sono stati migliorati.

 



 

Per il resto, l’ecosistema Google si rinnova anche al di fuori dell’aggiornamento di sistema, attraverso le applicazioni e i Play Services. In particolare, vi ricordo che Google Assistant è promesso in Italia entro la fine dell’anno, ma non si sa ancora la data precisa.

 

Sono disponibili le factory images per Google Pixel, Google Pixel XL, Google Pixel C, LG Nexus 5X, Huawei Nexus 6P e Nexus Player. Da aspettarsi l’aggiornamento nei prossimi mesi per gli ultimi telefoni di aziende come Samsung, Sharp, Sony, Huawei, HTC o LG, e per dispositivi quasi stock come Essential, OnePlus, Motorola e Android One.

Se volete restare aggiornati sul mondo della tecnologia seguiteci sui nostri social (oltre che sul blog) e da smartphone tramite il nostro canale Telegram, in modo da ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un articolo, o se abbiamo qualcosa da dirvi!

Android 8.0 Oreo ufficiale! Novità e disponibilità ultima modifica: 2017-08-22T11:27:20+00:00 da