FitBit economico, ne vale la pena?

iAnyGo
[Win-Mac] iAnyGo – effettuare Downgrade/Upgrade del proprio iPhone senza iTunes
16 ottobre 2017
surface book 2
Presentato il Surface Book 2: configurazioni e prezzi
18 ottobre 2017

FitBit economico, ne vale la pena?

Definiamo i FitBit come i compagni sportivi degli atleti per monitorare la propria attività fisica. Sono tantissime le aziende che hanno provveduto allo sviluppo di questo strumento che generalmente fornisce:

  1. Orario;
  2. Contapassi;
  3. Contachilometri;
  4. Misuratore di battito cardiaco;
  5. Avviso di notifica;
  6. Applicazione per il monitoraggio della propria attività fisica.

Altre forniscono informazioni aggiuntive come le calorie consumate durante il giorno, monitoraggio del sonno, sveglia, un assistente virtuale che ci guida a seguire una vita sana permettendoci anche di raggiungere obbiettivi personalizzabili.

Ma che differenza  c’è tra un fitBit di marca e uno di origini quasi ignote?

Senza dubbio in primis è il prezzo, seguono poi le funzionalità e le performance. Ma è sempre vero che si spende come si mangia? La risposta sembra essere “per ogni prodotto corrisponde un budget iniziale sempre crescente sul quale investire per un buon prodotto”. Prenderemo in esame un fitbit proveniente dallo store “wish” dal costo di circa 20 € se consideriamo anche le spese di spedizione:

Il suo nome è Smart Heart Rate Band:

  • Display da 0.86 pollici OLED;
  • Batteria: polimeri di Litio
  • Metodo di sincronizzazione: bluetooth 4.0 (Android 4.1 o superiore e iOS);
  • Waterproof: IP56;
  • Materiale: TPU o silicone;

Funzionalità:

  1. Orario e data: li sincronizza una volta collegato uno smartphone;
  2. Contapassi: non proprio precisissimo, delle volte conta più passi (circa due in più), altre di meno (sempre circa un paio in meno);
  3. Contachilometri: lo stima in base al numero dei passi o al percorso pianificato da smartphone;
  4. Misuratore di battito cardiaco;
  5. Segnalatore notifiche;
  6. Avviso sedentario: ci ricorda di camminare un pò dopo che stiamo molte ore seduti;
  7. Allarme: configurabile da smartphone, fino a tre sveglie;
  8. Monitoraggio del sonno: Visualizzabile da smartphone. Calcola quante ore dormiamo, sonno leggero, profondo e quante volte ci siamo svegliati.

Tramite il bottone touch screen è possibile passare da un menù all’altro oppure spegnerlo. La durata della batteria è davvero sorprendente, circa una settimana per un uso medio ovvero controllando il proprio battito cardiaco due o tre volte al giorno.

Insomma se non avete grandi pretese e volete un FitBit per le funzioni base, è conveniente spendere poco. Se il vostro obiettivo va oltre quanto descritto fin’ora, allora conviene alzare il budget d’investimento e mirare su altri prodotti.

Mentre voi che FitBit usate per monitorare la vostra salute? Fatecelo sapere e se volete restare aggiornati sul mondo della tecnologia seguiteci sui nostri social (oltre che sul blog) e da smartphone tramite il nostro canale Telegram, in modo da ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un articolo, o se abbiamo qualcosa da dirvi!

FitBit economico, ne vale la pena? ultima modifica: 2017-10-17T09:15:11+00:00 da Riccardo Fiore