aggiornamento linea mac

Due giorni fa si è svolto l’evento di Apple dedicato agli sviluppatori (e tutti coloro che sono interessati), stiamo parlando della WWDC 2017.

Noi di TimeToTech l’abbiamo seguita dall’inizio alla fine come di consueto, facendo anche una live streaming sul nostro canale YouTube e, nonostante i soliti rumors cercano sempre di distruggere l’aspettativa che si crea dietro eventi del genere, è stato comunque emozionante seguire i vari annunci e vedere su cosa l’azienda di Cupertino è a lavoro quali saranno le future novità introdotte. Ma vediamo ora un po’ nel dettaglio cosa è stato presentato alla WWDC 2017 e come si è svolta.

WWDC 2017: Cosa è stato presentato!

La conferenza si è aperta con un curioso video che faceva chiaramente notare come senza le ultime tecnologie l’essere umano andrebbe letteralmente in panico, creando nella realtà ciò che fanno le varie applicazioni; tutto ciò per far capire l’importanza oggi delle applicazioni ed i vari benefici (se utilizzate nel modo corretto) che possono portare.

Successivamente appare il CEO Tim Cook sul palco esprimendo la propria gioia riguardo all’evento e spiegando che questo si dividerà in 6 annunci differenti, ognuna dedicata ad una determinata novità.

Annuncio 1 – tvOS

In questa prima parte si è parlato di tvOS, il software di Apple TV, che giunge alla versione 11. Questo non ha ricevuto aggiornamenti particolari, anche se una novità importante c’è: Apple ha infatti aggiunto l’applicazione Amazon Prime Video ai servizi compatibili. Si tratta di un grande passo avanti poiché sempre più piattaforme vogliono far parte di Apple TV, e questo può solo incentivare investimenti e miglioramenti dell’hardware da parte dell’azienda per quanto riguarda questo prodotto.

Annuncio 2 – watchOS

Successivamente Tim Cook ha introdotto il nuovo aggiornamento dedicato allo smartwatch di casa Apple: watchOS 4. Vediamo insieme le novità principali:

  • Sono state introdotte delle nuove Watch Faces alcune dedicate ai personaggi Disney (in particolare Toy Story), alcune con effetti caleidoscopici, ed una molto più interessante dedicata all’assistente vocale Siri, il quale ora è molto più intelligente e ci mostra tutte le applicazioni in cui abbiamo notifiche o comunque che abbiano informazioni importanti per l’utente, come ad esempio il traffico ecc…
  • Viene aggiornata l’applicazione Attività, che ora ha una grafica rinnovata, nuove animazioni sia durante i workout, sia al raggiungimento di determinati obiettivi; il tutto insieme all’applicazione Allenamento che ora aggiunge nuove tipologie di workout e la possibilità di selezionare più attività in un unica seduta. Inoltre tramite vari accordi con case produttrici di attrezzi sportivi per palestre, come bike o tapis roulant, (esempio lampante la famosissima TechnoGym) l’Apple Watch sarà in grado di comunicare con questi attrezzi.
  • Altra applicazione completamente ridisegnata è Musica. La novità principale è quella che ci permette di scorrere tra i brani attraverso la corona digitale scorrendo tra le copertine dei brani, un pò come il vecchio e caro CoverFlow del Mac.

Annuncio 3 – Mac e macOS

Si iniziano a trattare argomenti importanti come quelli riguardanti il Mac, sia dal lato software sia hardware. Viene presentato macOS High Sierra, che non stravolge del tutto l’attuale versione, ma comunque introduce importanti novità. In primis si passerà da HFS ad APFS (Apple File System), cosa che è già avvenuta sui dispositivi mobili con iOS. Questo si traduce in prestazioni, riguardo alla capacità di calcolo e dunque alla rapidità del sistema, notevolmente migliorate. Viene aggiornato Metal che passa alla seconda versione, spingendo le prestazioni grafiche al massimo anche per i più esigenti, che ora grazie alla porta Thunderbolt 3 possono sfruttare l’utilizzo di schede grafiche esterne. Infine abbiamo constatato una palese apertura da parte dell’azienda alla realtà virtuale, che ormai sta prendendo sempre più piede nel mondo della tecnologia. Grazie a Metal 2 e all’hardware dei Mac potenziato anche grazie, come già accennato, ad aiuti esterni, sarà possibile sfruttare al massimo questa tecnologia.

Vediamo inoltre alcune delle novità presenti nelle applicazioni per Mac che più utilizziamo:

  • Safari: definito il browser desktop più veloce del mondo, con una differenza dell’80% con uno dei browser più diffusi, cioè Chrome. Una delle funzioni presentate è l’autoplay blocking, cioè il browser blocca tutti quei video che nelle pagine web partono autonomamente senza alcun permesso da parte dell’utente; un’altra novità riguarda la privacy: d’ora in avanti non verrete più ricoperti di pubblicità riguardanti l’ultimo oggetto che avete cercato ed acquistato su siti come Amazon ecc…
  • Mail: la novità principale è il supporto allo split-screen a schermo intero, da una parte la lista delle mail, dall’altra la pagina di composizione.
  • Foto: miglioramenti per quanto riguarda l’organizzazione della libreria grazie ad una nuova barra laterale, riconoscimento facciale, e modifica delle immagini; in particolare quest’ultima miglioria ci permettera di selezionare e modificare una gamma di colore per volta e, cosa molto interessante potremo aprire altre applicazioni di editing foto direttamente da Foto e salvare l’immagine nel rullino una volta terminato.

Con grande stupore abbiamo assistito anche all’annuncio della nuova linea Mac che è stata dunque rinnovata. Ora tutti i nuovi Mac montano i nuovi processori Kaby Lake Core i7 di VII generazione, SSD molto più scattanti, e schede grafiche migliorate che arrivano a toccare gli 8 Gb di memoria vRam come la Radeon Pro 500. Per quanto riguarda disponibilità e prezzi vi consigliamo di far riferimento al sito Apple.

iMac Pro

Questo è stato il vero colpo di scena: un nuovo computer dalla potenza incredibile (oltre che dal costo). Il nuovo iMac Pro, pensato per un’ utenza molto professionale, possiede hardware spaventosi e quasi al di fuori della norma per Apple, vediamoli insieme. Definito dall’azienda il “Mac più potente di sempre” possiede:

  • Display Retina 5K da 27″
  • Processore Xeon che può arrivare fino a 18 core
  • Sistema di raffreddamento migliorato per resistere agli sforzi dovuti ad un uso professionale del dispositivo
  • Scheda grafica Radeon Pro Vega che arriva a 16 Gb di vRam
  • SSD 4Tb e memoria ECC da 128Gb

Questo modello va chiaramente a sostituire il “vecchio” Mac Pro che la stessa Apple non ha mai aggiornato. Vedremo come si comporterà dai primi Hands-On.

Annuncio 4 – iOS

Lo step successivo è stato quello più atteso cioè presentare l’aggiornamento software per i dispositivi mobili di Apple: iOS 11. Per quanto possa sembrare strano, nonostante porti tantissime novità non è stato poi così rivoluzionario come tutti si aspettavano, almeno per quanto riguarda iPhone. Questo update infatti sembra essere stato completamente (o quasi) dedicato agli iPad, dove ha davvero rinnovato l’esperienza di utilizzo su questi dispositivi. Ma andiamo per gradi iniziando a vedere quali sono state le novità principali per iOS 11 su iPhone:

  • Messaggi: migliorata l’applicazione, in particolare l’app drawer, condivisione delle conversazioni su iCloud così da averle sempre aggiornate su tutti i dispositivi.
  • Apple Pay: da poco arrivato in Italia, viene aggiunta una funzione particolare (anche se nulla di trascendentale), cioè lo scambio di denaro, un po’ come avviene già da tempo con Paypal.
  • Siri: modificata la voce ora molto più umana, diventa più intelligente, riesce a mostrarci risultati più dettagliati, a tradurre delle parole o frasi da una lingua all’altra, modificata l’icona di Siri ed introdotto SiriKit, tramite il quale gli sviluppatori di applicazioni terze avranno modo di integrare appunto le proprie app con l’assistente vocale.
  • Control Center: completamente ridisegnato e personalizzabile. Ora si richiama sempre dal basso verso l’alto, ma è una pagina unica (come il notification center).
  • Mappe: aggiunto il limite di velocità delle strade che si percorrono ed una funzionalità particolare che permette di consultare le piante di alcuni edifici. Aggiunta inoltre a funzione dedicata a CarPlay: Do not disturb while driving.
  • Air Play 2: ora si potranno gestire più dispositivi di riproduzione contemporaneamente.
  • AppStore: applicazione completamente ridisegnata con lo stile di Musica. Ora abbiamo una visualizzazione a blocchi, con i tab in basso.

Annuncio 5 – iPad

Questa parte dell’evento è stata dedicata alla presentazione del nuovo iPad Pro da 10.5″. Insieme al nuovo iOS11 faranno accoppiata vincente, vediamo infatti ora quali sono le novità dell’aggiornamento per iPad:

  • Il dock: finalmente è stato aggiunto su iPad il dock con le applicazioni esattamente come su macOS; rendendo le azioni più rapide a quindi il tutto molto più produttivo.
  • Multitasking: completamente ridisegnato, sarà possibile prendere un app dal dock trasportarla su e si aprirà come le finestre su Mac, che potremo poi trasformare in split view.
  • App Switcher: anche questa funzione cambia tantissimo, avremo a disposizione tutte le app aperte in precedenza con tanto di control center, il tutto nella stessa schermata.
  • Files: nulla da aggiungere, finalmente un file manager su iPad.

Annuncio 6 – HomePod

La parte finale dell’evento è dedicata ad HomePod, sostanzialmente il nuovo speaker bluetooth di Apple. Un altoparlante speciale, poiché è dotato anche del chip A8 dell’azienda, il quale lo rende intelligente. Riesce infatti a gestire l’uscita del sound in base all’ambiente in cui si trova. Ha praticamente più o meno le stesse funzioni delle AirPods, ma sotto forma di speaker.

 

Cosa ne pensate voi dell’evento? Proverete le varie beta dei nuovi aggiornamenti o riuscirete ad aspettare fino a settembre? Commentate esprimendo le vostre opinioni a riguardo.

 

Se volete restare aggiornati sul mondo della tecnologia, seguiteci sui nostri social (oltre che sul blog) e da smartphone tramite il nostro canale telegram, in modo da ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un articolo, o se abbiamo qualcosa da dirvi!

7 giugno 2017
wwdc 2017

WWDC 2017 – Tutte le novità in un unico articolo

Due giorni fa si è svolto l’evento di Apple dedicato agli sviluppatori (e tutti coloro che sono interessati), stiamo parlando della WWDC 2017. Noi di TimeToTech l’abbiamo […]