android flagship 2017

Il 2017 è stato un anno molto teso nell’ambito della telefonia mobile. I vari concorrenti sul mercato si sono sfidati fino all’ultimo tra design innovativi, funzioni uniche e campagne pubblicitarie; li abbiamo visti tutti, da LG e Samsung, a Xiaomi ed Essential e infine Apple con i suoi controversissimi nuovi iPhone.

MA, ogni anno c’è un’ultima presentazione che non viene mai sottovalutata, ma che al contempo dà vita a finte aspettative e dubbi: sto parlando di Google, che fino a due anni fa con i Nexus e dall’anno scorso coi Pixel ha presentato al pubblico dei telefoni che non hanno mai saputo a chi fossero effettivamente rivolti. Se i Nexus, infatti, erano popolari tra i più appassionati di Android stock e gli sviluppatori, e venivano a costare cifre abbordabili, in quanto Google non aveva mai spinto più di tanto a livello di marketing, i Pixel, a spesa di voler diventare anche per le masse “ciò che un telefono Android dovrebbe davvero essere”, hanno addirittura perso molti dei suddetti seguaci, principalmente per colpa del rincaro dei prezzi e di una visione (alquanto Apple-iana) di “esclusività” da parte di Google stessa nei confronti dei nuovi flagship.

Nonostante questi feedback tentennanti, però, Google non ha chiaramente intenzione di tornare indietro. Anche quest’anno, il 4 Ottobre, Google ribadirà al pubblico la sua nuova visione, attraverso la nuova generazione di Pixel. Rick Osterloh, vicepresidente del comparto hardware di Google, ha oggi rilasciato un post sul blog ufficiale della casa, in cui annuncia l’acquisizione, per $1,1mld, di una grande fetta di HTC proprio riguardante l’ingegnerizzazione hardware. Nel post si evidenzia come Google sia sempre stata fiera di lavorare con HTC per diversi dispositivi: si ricordano l’HTC Dream – primo telefono venduto al pubblico montante Android -, il Nexus One, il Nexus 9 e lo stesso Google Pixel dello scorso anno che, pur risultando “made by Google“, ha avuto bisogno dell’azienda di Taiwan per la realizzazione.

L’annuncio, quindi, non deve necessariamente portare stupore; l’unico aspetto discordante riguarda il modello più grande, il Pixel XL, che secondo alcuni rumors dovrebbe essere prodotto da LG. A parte questo, si comincia a vociferare anche sui prezzi, che dovrebbero partire da $649 e arrivare a $949, per un pacchetto che molti definiscono insufficiente per giustificare quei prezzi. Staremo a vedere cosa ci offrirà davvero il colosso di Mountain View (e la sua controparte italiana) nelle prossime settimane!

 

Se volete restare aggiornati sul mondo della tecnologia seguiteci sui nostri social (oltre che sul blog) e da smartphone tramite il nostro canale Telegram, in modo da ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un articolo, o se abbiamo qualcosa da dirvi!

21 settembre 2017

Novità sui Google Pixel: data di presentazione e altro!

Il 2017 è stato un anno molto teso nell’ambito della telefonia mobile. I vari concorrenti sul mercato si sono sfidati fino all’ultimo tra design innovativi, funzioni […]