app editing foto per mac

Gli sviluppatori della famosa app Pixelmator, Martedì hanno rilasciato Pixelmator Pro per Mac, l’applicazione di editing foto che sfrutta le API Apple come Metal 2 e Core Image per offrire strumenti basati su GPU, funzionalità di apprendimento automatico e altro ancora.

Pixelmator Pro: l’applicazione per l’editing professionale

Annunciata a settembre come miglior editor di immagini per i Mac di nuova generazione, l’ applicazione  è stata sviluppata in Swift 4 e si basa su Metal 2 e Open GL per effettuare le operazioni di editing più pesanti, riducendo così il carico sul processore e rendendo il tutto molto più rapido grazie anche all’utilizzo del Machine Learning. Gli sviluppatori hanno davvero fatto un bel lavoro, semplificando al massimo l’utilizzo grazie ad una interfaccia grafica molto intuitiva, in pieno stile Apple.

Grazie all’apprendimento automatico l’applicazione riesce ad estrapolare determinate informazioni dall’immagine, così da semplificare il workflow, ad esempio grazie alla selezione intelligente di un’oggetto in una determinata foto. Oltre a questo l’applicazione possiede ovviamente tutti gli strumenti necessari per un editing professionale; una delle funzioni interessanti è quella che consente di creare dei preset con degli effetti da applicare sulle immagini; questi preset possono essere condivisi con altri utenti che fanno uno di Pixelmator Pro, molto interessante. Olte ai classici formati sono compatibili i file RAW (molto utile ai fotografi), HEIF ed anche i file modificati su Photoshop.

La prima versione di Pixelmator Pro richiede almeno macOS High Sierra ed una scheda grafica (interna od esterna) compatibile con Metal 2. L’applicazione è disponibile sul Mac App Store al prezzo di 64,99 €.

Pixelmator Pro VS Photoshop CC 2018

Io utilizzo ormai da anni la suite Adobe, aggiornando fino alla recente versione rilasciata CC 2018. Vale la pena abbandonare l’ecosistema Adobe per passare a Pixelmator Pro? Non possiamo ancora dirlo, poichè l’applicazione va provata e sfruttata al massimo per capirne tutte le funzionalità. Nonostante il prezzo, sicuramente promette davvero bene. Molti si chiederanno se sia il caso di passare a questa nuova applicazione, soprattutto i professionisti, ma così facendo ricordiamo che non si avrà più quel workflow molto veloce grazie all’interazione tra le varie applicazioni della suite Adobe. Dunque la scelta va ponderata molto bene. Personalmente lo proverò, perchè mi incuriosisce molto. Ma non so se riuscirò ad abbandonare Adobe, perchè mi ci trovo davvero bene. Vi faremo sapere, una volta provata, come si comporta, anche se sicuramente verrà testata a fondo da professionisti che daranno poi il proprio parere.

 

30 novembre 2017
Pixelmator Pro

[Mac] Pixelmator Pro: sostituto di Photoshop?

Gli sviluppatori della famosa app Pixelmator, Martedì hanno rilasciato Pixelmator Pro per Mac, l’applicazione di editing foto che sfrutta le API Apple come Metal 2 e Core […]