assemblare un hackintosh

Ho finalmente deciso di acquistare il mio nuovo PC fisso per necessità lavorative, a cui affiancare il mio attuale MacBook pro. Da amante dei prodotti della mela non potevo non scegliere di assemblare un hackintosh. Volevo inizialmente acquistare un iMac 4k (come minimo), ma poi mi son detto che avrei voluto provare questa esperienza, ed assemblare una macchina abbastanza performante ed installarci sopra macOS, risparmiando qualcosa in termini di prezzi.

Un hackintosh per chi non lo sapesse non è nient’altro che l’installazione del sistema operativo proprietario di Apple, macOS, su un PC assemblato con hardware compatibile. Tutta questa è un’operazione abbastanza complessa, ma se ci si riesce nell’impresa si possono raggiungere ottimi risultati in termini di qualità e potenza. Dato che ho scelto di condividere con voi questa esperienza vediamo insieme quali componenti ho scelto per la mia configurazione.

Assemblare un hackintosh: la mia configurazione

Ho scelto di assemblare un hackintosh performante, ma comunque basata sulle mie necessità, dunque senza strafare più di tanto. Il budget che è volato via è composto da circa 900-950 €. Essendo la mia postazione già basata sul colore bianco ho scelto di costruire una build abbastanza white, molto elegante. Elenco qui di seguito l’hardware che ho scelto. Premetto che mi sono basato sul fantastico sito tonymacX86, dove fanno tutto per passione senza chiedere nulla in cambio, per cui il minimo che possa fare è consigliarvelo.

  • Case: NZXT S340 – Bianco-Viola;
  • Scheda madre: MSI Arctic H270 Tomahawk;
  • Processore: Intel Core i5 7600K (7th generazione) da 3.8 Ghz con turbo a 4.2 Ghz;
  • Dissipatore: Arctic Freezer 7 Pro Rev. 2 (con ventola bianca);
  • Memoria: SSD Kingston 240Gb;
  • RAM: HyperX Fury (White) 16 Gb (2x8Gb) a 2666 Mhz;
  • Scheda grafica: Asus Strix GTX 1050Ti OC 4Gb;
  • Alimentatore: Corsair 650W;
  • Ventole e led white.

Si tratta di hardware di tutto rispetto. Comunque basta per ciò che devo fare io (sicuramente non giocare, anche se potrei tranquillamente permettermelo) ed è tutto compatibile con Hackintosh. Nel momento in cui assembleremo questa build faremo un video sul nostro canale YouTube dove metteremo tutti i link del caso qualora vogliate prendere spunto per costruire una vostra macchina da gaming o da lavoro. Dunque restate sintonizzati e seguiteci ovunque per essere aggiornati quando verrà pubblicata la seconda parte di questo articolo (con video). Se avete dei consigli o volete condividere la vostra esperienza simile potete commentare l’articolo.

Se volete restare aggiornati sul mondo della tecnologia seguiteci sui nostri social (oltre che sul blog) e da smartphone tramite il nostro canale Telegram, in modo da ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un articolo, o se abbiamo qualcosa da dirvi! Novità! Abbiamo creato un gruppo Facebook nel quale potrete entrare per condividere tutte le vostre passioni legate alla tecnologia! Vi aspettiamo.

21 novembre 2017
Assemblare un Hackintosh

Assemblare un Hackintosh! – Parte I

Ho finalmente deciso di acquistare il mio nuovo PC fisso per necessità lavorative, a cui affiancare il mio attuale MacBook pro. Da amante dei prodotti della […]